Allorino: il liquore digestivo salentino a base di alloro

Allorino: il liquore digestivo salentino a base di alloro

L’allorino, il profumato liquore salentino a base di alloro

Il Salento e la Puglia sono da sempre associati alla buona cucina e da sempre indicati come meta privilegiata per tutte le buone forchette a caccia di nuovi piatti e ricette da gustare. Accanto alle ricette salentine conosciute ormai in tutto il mondo, come ad esempio quella del pasticciotto, delle pittule o del rustico leccese, troviamo gustosissime ricette di cui non tutti sono a conoscenza e che i più curiosi in fatto di cucina,adoreranno. Ecco che in quello che potremmo definire il taccuino delle ricette “segrete” salentine c’è ne è una  molto particolare che è quella dell’allorino, un fresco e profumato digestivo a base di alloro, la cui ricetta si tramanda da secoli di generazione in generazione e continua ancora oggi ad affascinare i palati più raffinati!

Allorino: il digestivo perfetto per concludere meravigliosamente i pasti

Servito solitamente a fine pasto,ma spesso utilizzato anche come aperitivo speciale, l’allorino è uno dei digestivi più consumati al Sud insieme al limoncello ed altri liquori realizzati con piante aromatiche della zona come il mirto, la salvia ed il critimo marino. L’allorino rientra a pieno infatti tra i liquori tipici pugliesi preparati in casa che bisogna gustare almeno una volta nella propria vita!

Le foglie d’alloro, con cui questo infuso viene realizzato,lasciano in bocca un retrogusto dolce ed avvolgente, che sorprenderà qualsiasi palato: molto simile alla menta, per intensità e sapore, l’allorino è  perfetto da gustare sia in inverno che in estate per regalarsi e regalare ai propri ospiti una coccola dolce e profumata a fine pasto.

Dalle origini antichissime, la ricetta dell’allorino viene realizzata in tante varianti differenti, anche se l’ingrediente principale rimangono sempre le foglie d’alloro,utilizzate per insaporire  numerosissime altre ricette, oltre ad essere portatrici di innumerevoli benefici per la salute ed il benessere del proprio corpo.

Realizzare in casa questo particolare e gustoso infuso sarà semplicissimo: bastano pochi ingredienti, un pò di pazienza ed attenzione ed il risultato è assicurato!

Ingredienti e preparazione dell’allorino

Vediamo allora quali sono gli ingredienti necessari per realizzare questo infuso dal profumo intenso e delicato che diverrà di certo il nostro digestivo di fine pasto preferito! Ciò di cui avremo bisogno sarà:

30 foglie di alloro

500 gr di zucchero

300 ml di alcool ad uso alimentare a 90 gradi

500 ml di acqua

Il procedimento per la realizzazione del liquore all’alloro prevede innanzitutto la pulizia delle foglie d’alloro con un panno, fino a quando queste non assumeranno un aspetto lucido. Scegliere poi un contenitore capiente-a bocca larga e con chiusura ermetica- dove sistemare in infusione nell’alcool 20 foglie d’alloro: dovranno restare così per almeno un giorno intero. Il giorno seguente, fare bollire per circa 2-3 min le 10 foglie di alloro rimaste, in 500 ml di acqua. Attendere che il composto diventi tiepido, quindi procedere sciogliendo lo zucchero a fuoco basso, rimestando costantemente il tutto. Lasciar raffreddare la nostra preparazione ed aggiungere poi l’alcool preparato in precedenza.

Filtrare il composto con l’aiuto di una garza o  un telo di cotone travasandolo nelle bottiglie che useremo per il liquore. Infine, lasciare riposare per circa 2-3 settimane, ricordando di conservare il nostro allorino in un luogo fresco e buio. Una volta trascorso il tempo di conservazione, il nostro infuso all’alloro sarà pronto per essere gustato e siate certi incanterà chiunque con il suo inconfondibile aroma invernale e genuino!

 

 

Le Scalelle – Ristorante a Torre Vado

Lascia un commento